Progetto Peregrinus

Albenga: una finestra sul Medioevo.
Pellegrini, per imparare a guardare lontano nell’Europa del futuro, lungo le vie di San Martino di Tours e San Colombano

In occasione dell’anno 2018, Anno del Patrimonio Culturale Europeo, nel contesto del Progetto Peregrinus, fra le  numerose iniziative culturali  in programma,  considerata la storica e rilevante connessione tra San Colombano e San Martino unitamente alla permanenza sul territorio ligure dell’eredità culturale dei due Santi, l’Istituto Comprensivo ALBENGA 1 ha promosso importanti attività in sinergia con il territorio.

Il Comune di Albenga, la Fondazione Oddi,  le realtà culturali, associative e produttive presenti sul territorio, unitamente alle scuole dello stesso Istituto Comprensivo  interagiscono nell’intento di promuovere il patrimonio culturale e la conoscenza del territorio anche attraverso questo progetto.

Negli anni scorsi il Comune e le scuole di Albenga sono state protagoniste di iniziative culturali che li hanno visti interagire con cittadini europei residenti lungo il Cammino di San Colombano attraverso la partecipazione al Progetto Peregrinus (Cammino di San Colombano: Irlanda, Inghilterra, Francia, Germania, Svizzera, Austria ed Italia).

Attraverso progetti didattici ed iniziative culturali quali concerti (gli studenti della scuola Secondaria di Primo Grado di via degli Orti hanno suonato con i giovani musicisti irlandesi del gruppo ARDS CCE in Piazza San Michele nell’estate 2016), eventi di promozione del territorio (l’iniziativa “Luoghi colombaniani nel ponente ligure”nel 2013  ha visto decine di camperisti radunarsi per visitare il centro storico di Albenga) ed altre iniziative culturali  che hanno portato insegnanti, musicisti, artisti, religiosi,  irlandesi e non solo, in visita alla città di Albenga, è avvenuto l’incontro tra cittadini europei che si muovono lungo le European Cultural Routes.

Sono migliaia i giovani cittadini europei già coinvolti in diverse Nazioni e cresce il numero di connessioni tra le scuole e di collaborazioni ed incontri tra gli insegnanti delle diverse Nazioni che attraverso queste interazioni trovano spazio di confronto e condivisione del comune patrimonio culturale.

Dalla collaborazione tra insegnanti delle scuole di Albenga, membri dell’Associazione Culturale Green Butterflies, Friends of Saint Columbanus  e la Fondazione Gian Maria Oddi è nato ed è in continuo sviluppo il progetto di cui all’oggetto.
Oltre alle attività in aula è prevista la visita ad Albenga di una classe di ragazzi piacentini di Bobbio il 17 Aprile e la visita dei ragazzi di Albenga a Bobbio (PC).

Gli incontri che si svilupperanno da febbraio ad aprile (date da confermare: 20 febbraio incontro con architetto, 15 marzo incontro con archeologo medievalista, 20 marzo incontro con naturopata e musicista) vedranno la presentazione dell’esperienza vissuta in occasione del concerto, ad opera di una pianista e di una soprano provenienti da Skerries Repubblica d’Irlanda, a fine aprile.

La piantumazione di un albero di olivo nel contesto del progetto “L’Amicizia mette radici” che vede la messa a dimora di alberi nelle scuole e nelle realtà coinvolte sarà a simboleggiare un progetto vivo e in continuo sviluppo.

Le attività, da concordare e sviluppare in collaborazione continua tra le realtà coinvolte, hanno preso il via il 15 Febbraio 2018 con la visita della Maestra irlandese Victoria Ferguson della Ballyholme Primary School di Bangor, Contea Ards and North Down, Nord Irlanda (UK) e la consegna delle lettere inviate dalla scuola Bohermeen di Navan nella Contea Meath in Repubblica d’Irlanda ai ragazzi di Albenga.